martedì 23 marzo 2010

Missionari cercasi

In questo periodo, sotto i portici della via Emilia, ogni 10 metri si trova un banchetto dei candidati locali dei vari partiti.

In quello del PD, a distribuire volantini e amenità varie, le solite facce da pensionati o giù di lì.
Domenica scorsa, in quello del PDL, tre ragazzi giovanissimi e carinissimi e pure un po' cool: uno porta il classico cappello da rastone (però non mi pare sotto ci siano i dread).
Mentre passo davanti, una delle ragazze cerca di appiopparmi un volantino. L'allontano infastidito con un gesto della mano.

Mi irrita oltre misura che a far propaganda per Berlusconi ci siano dei ragazzi così giovani e dentro di me parto con le (solite) amare considerazioni su come la sinistra non abbia più niente da raccontar loro e su come, invece, l'appeal catodico del Berlusca's Wonderland riesca appieno a far breccia tra le nuove generazioni.

Una mia amica, molto più tollerante e intelligente di me, si ferma a parlare con la ragazza.

5 euro l'ora. E' il salario che quei "missionari della libertà" percepiscono per star lì a far propaganda ma, soprattutto, a regalare l'illusione che il PDL sia il partito dei giovani.

Mettiamola in positivo, à la Berlusconì: con la crisi occupazionale che c'è, il Padrone e i suoi creano nuovi posti di lavoro.
E meno male che Silvio c'è.

---

Grazie a M "pozzo di cultura e conoscenza" P, segnalo questo video: Nella piazza Pdl ragazzi pagati: la testimonianza.

2 commenti:

mp ha detto...

beh sentiti questo

http://video.unita.it/media/Politica/Nella_piazza_Pdl_ragazzi_pagati_la_testimonianza_986.html

dalomb ha detto...

Quando è venuta Concita De Gregorio l'estate scorsa qui a Modena, mi è rimasta molto impressa una sua frase: "Berlusconi si è comprato un intero Paese".
E purtroppo, ha ragione.
Resta da capire perché siamo un paese in vendita.