venerdì 27 maggio 2011

Dai però, sveglia! Vacca d'un cane...

Stefano Piccagliani, in arte Picca - che a Modena conoscono più o meno tutti, ma non io che come noto abito qui da soli due anni e mezzo e soprattutto mi faccio molto i panni miei - tiene da qualche settimana su uno dei quotidiani locali - La Gazzetta di Modena (gruppo Finegil-L'Espresso) - un blog che devo dire, a volte mi fa ridere.

Questa del porno a km zero, ad esempio, non è male. Soprattutto nel finale. Quindi: lettura consigliata (anche se, quando ho voglia di farmi quattro sghignazzi, le vette umoristiche del mio blog preferito, Trascendentale, restano assolutamente inavvicinabili a un Picca qualsiasi).

Ma il Picca's blog è solo una scusa, in questo caso, per domandarmi come sia ancora possibile, nel 2011, proporre sul web testi con una formattazione degna di un comunicato politico stile BR anni Settanta. Per i più masochisti: un esempio se possibile ancora peggiore qui, nel blog di un'altra gloria locale, Beppe Cottafavi.

Dopo la lettura di cinque-righe-cinque mi vanno in pappa gli occhi.
Peccato, perché Picca mi fa ridere.
Quando riesco ad arrivare alla fine di quello che scrive.

3 commenti:

la roby ha detto...

per evitare gli occhi in pappa basta fare un mela più ripetuto per più volte. se il mio parere ha un qualche valore per te (ne dubito), è Picca ad essere inarrivabile. ti sfido a citarmi qualcuno che scriva con la stessa sofisticazione stilistica e soprattutto di pensiero. peccato che il modenese medio non se ne sia ancora accorto. e peraltro neanche Picca stesso.

Davide Lombardi ha detto...

Oibò, e perché mai il tuo parere - cara la roby - non dovrebbe avere un qualche valore per me? Se lascio aperto ai commenti questo blog vuol dire che do valore a quello che le persone - quei pochi - pensano e scrivono. O no?

Ciò detto: sono assolutamente d'accordo con te circa il valore di picca: ha humor e stile da vendere. Il mio post non si riferiva ai suoi contenuti, che sono di indiscutibile valore , ma al formato in cui vengono espressi: belluino (per il lettore). Lo dico da internettaro duro e puro da quattro lustri.

E non basta ingrandire la pagina (che - non essendo AppleAddict - immagino sia ciò che si ottiene facendo mela+mela+mela...), ma serve proprio - a mio avviso - una formattazione più consona al mezzo, che non è la carta stampata, ma il web.

E' sminuire Picca il Grande segnalare tale pelo nell'uovo? Ne dubito. tra l'altro, per quel che posso aver capito di lui, credo gradisca entrambi, anche se non necessariamente associati l'uno all'altro.

la roby ha detto...

Scusa il ritardo... Quasi due anni, non avevo mai letto la tua risposta. No, non è sminuirne il valore, hai fatto bene a segnalarlo, d'altronde viviamo in piena preistoria del web, basta vedere il sistema dei commenti sul corriere della sera, dove la gente per replicare ad un commento è costretta ai salti mortali, con una totale illeggibilità globale come risultato. W picca, se lo vedi salutamelo. Ci sentiamo nel 2015.:-)