giovedì 15 ottobre 2009

Buongiorno, notte

Non riesco a non provare un'emozione profonda ogni volta che vedo questo spezzone di "Buongiorno, notte", il film del 2003 di Marco Bellocchio sul sequestro Moro.

5 commenti:

matteo ha detto...

Detto che a te emoziona soprattutto Maya Sansa - I remember very well - ti dò perfettamente ragione.

dalomb ha detto...

Vero, la Sansa fa sicuramente la sua parte per il mio piacere visivo.

Ma devi ammettere che la scena in sè, questo mix di spezzoni (penso originali) sulle esecuzioni di partigiani intervallate e scene del film (sulla musica dei Pink Floyd), ha una notevole potenza.

A me Bellocchio di solito annoia, ma Buongiorno notte è un film che amo moltissimo (certo, certo, per la Sansa.... :-)

Anonimo ha detto...

La Sansa è meravigliosa anche in "La meglio gioventù", ma non sono così convinta che il sole che ha dentro nei film lo viva quotidianamente anche nella sua di vita...a buon intenditor...

Matteo ha detto...

Infatti Davide si è innamorato della Sansa proprio nella Meglio Gioventù.
Ah Davide, un altro monologo stre-pi-to-so e toccante, almeno per me, è quello di Servillo/Andreotti sul Divo. Se ti piace pubblicalo tu, con un commento tuo pari.

Anonimo ha detto...

Dalomb ma quanto bene ti conosciamo noi della rete!?
:)